venerdì, maggio 06, 2005


Che tempo...

mercoledì, aprile 27, 2005


Scale "n"

martedì, marzo 15, 2005

GALILEO ED EQUINOZIO

Posto l'ultimo comunicato stampa dell'UAI.
19-20 Marzo 2005: Notti Galileiane ed Equinozio di Primavera
In concomitanza con la XV Settimana della Cultura Scientifica (http://www.plinio.org/), promossa dal MIUR, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, l'UAI - Unione Astrofili Italiani - promuove una serie di iniziative dedicate alle scienze astronomiche. Di particolare rilievo le serate osservative - denominate "Le Notti Galileiane" - allestite in decine di località dalle associazioni astrofili locali. La dedica a Galileo fa riferimento ad alcuni corpi celesti osservabili in queste serate e che furono tra i più studiati dal celebre scienziato pisano: la Luna, Saturno e Giove. La Luna, poco oltre il primo quarto, sarà piuttosto vicina a Saturno nella costellazione dei Gemelli. Il pubblico avrà l'opportunità di imparare ad individuare sulla volta celeste i principali oggetti del cielo, mentre la visione telescopica dei pianeti offrirà un'occasione imperdibile per rivivere le emozioni dell'esplorazione del sistema solare, rilanciata proprio quest'anno dall'enorme successo della missione Cassini - Huygens intorno a Saturno e sulla sua luna più grande, Titano. Questa manifestazione ha l'obiettivo di ampliare il tradizionale programma delle serate astronomiche, di norma concentrate in estate, con in più la possibilità di ammirare insieme, in questi giorni vicini all'equinozio, le costellazioni invernali e primaverili.All'indirizzo http://divulgazione.uai.it/galileo/nottigalileiane2005.htm del sito Divulgazione UAI si trova molto materiale relativo a questa serata osservativa pubblica. In particolare è possibile scaricare la mappa del volta celeste osservabile la notte di sabato 19 marzo (http://divulgazione.uai.it/galileo/img/19marore21b.jpg).La conclusione della Settimana della Cultura coincide quest'anno con l'Equinozio di Primavera: un'occasione da prendere al balzo per effettuare esperienze didattiche e prendere confidenza con la lettura delle meridiane. http://divulgazione.uai.it/eventi/meridiana.htm è la pagina web predisposta dalla UAI per illustrare la lettura degli orologi solari, in particolare in occasione dell'equinozio.

lunedì, marzo 14, 2005

SEMI-VITTORIA

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni integra il regolamento delle televendite. I servizi di astrologia, cartomanzia e pronostici potranno essere in onda solo dalle 23 alle 7. Lo ha deciso martedì 8 marzo l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, adottando una delibera che integra il regolamento in materia di pubblicità e televendite (n. 538/01/CSP): astrologi, maghi e cartomanti non potranno più offrire i loro servizi a pagamento in televisione nella fascia oraria che va dalle 7 del mattino fino alle 23. Un provvedimento che sprona i cittadini a non abbassare la guardia e a valutare meglio la portata e la credibilità degli oroscopi in TV e su servizi telefonici a pagamento su linee 166 e 199. L'Autorità ha deliberato in particolare che la propaganda di questo tipo di servizi potrà essere messa in onda soltanto tra le 24 e le 7, e che nel corso delle trasmissioni non si possono pubblicizzare numerazioni telefoniche per la fornitura di servizi a sovrapprezzo.L'Unione Astrofili Italiani, che ha lanciato all'inizio del 2004 la campagna "Astrologia? No grazie!" contro l'eccessiva diffusione dell'astrologia, considera questa delibera dell'Autorità un importantissimo risultato che va nella giusta direzione: tutelare i cittadini, e in particolare i soggetti più vulnerabili psicologicamente, dal possibile sfruttamento della superstizione e della credulità. Grazie a questa nuova regolamentazione, i cittadini hanno a loro disposizione un nuovo elemento di valutazione per giudicare la portata e la credibilità di quei soggetti che si fanno recitare al telefono (utilizzando numerazioni che fanno spendere agli utenti delle cifre davvero considerevoli) le date di nascita e pronosticano fortune o disastri nei campi del lavoro o degli affetti. Come sottolineato da Giuseppe Sangiorgi, commissario relatore della delibera approvata dall'Autorità, "le misure adottate per questo tipo di trasmissioni, riguardo alle quali si registra peraltro un diffuso allarme sociale, sono finalizzate a contrastare ogni forma di sfruttamento della superstizione e della credulità dei cittadini"; che da oggi potranno vedersi leggere le carte soltanto in orario notturno.L'UAI accoglie con grande soddisfazione questo provvedimento, che aggiunge nuovo entusiasmo alla campagna "Astrologia? No, grazie!" alla quale hanno aderito già oltre 1500 persone: ora c'è uno strumento normativo al quale ci si appellerà ogniqualvolta si dovessero riscontrare, nelle varie emittenti televisive nazionali e locali, eventuali violazioni.Si è fatto un grande passo verso la riduzione dell'eccessiva diffusione dell'astrologia nei media, ora sarà cura degli astrofili italiani, in collaborazione con tutti gli Enti preposti al controllo e con altre associazioni di cittadini e di categoria, fare in modo che il provedimento dell'Authority venga applicato fin da subito in maniera rigorosa e completa.

mercoledì, marzo 09, 2005

PER PALATI EXTRA-FINI

lunedì, marzo 07, 2005

Omaggio a Nicola CALIPARI


Fotografia di Giuliana SGRENA

domenica, marzo 06, 2005

TRUFFE E ASTROLOGIA


E' vero che in Italia abbiamo sia il divieto di fumo, sia un monopolio di stato. Come è anche vero che abbiamo sia piccoli divieti di assunzione di bevande a base di alcool, sia una esosissima tassa sui prodotti contenenti alcool. Quanto ai danni alla salute derivanti da truffe ci pensa la UAI. Al sito http://astrologianograzie.uai.it trovate qualcosa che a mio avviso mancava. Tant'è che ho sottofirmato al num. 1496.

I maghi se va bene, fottono soldi. Se invece vanno oltre sono veramente pericolosi.